Senigallia fu la prima colonia fondata dai Romani sulla Costa Adriatica, alla fine della battaglia di Sentino nel 295 a.C. Essa prese il nome di Sena Gallica, perché appartenente al territorio dei Galli Senoni. Dopo un periodo di degrado e abbandono, la città fu risollevata ad opera di Sigismondo Pandolfo Malatesti, Signore di Rimini, che ne promosse la ricostruzione. Nel 1474 la città passò sotto il dominio dei Della Rovere i quali la arricchirono dei suoi più importanti Monumenti (la Rocca Roveresca, Palazzetto Baviera, il Convento di Santa Maria delle Grazie, il Palazzo del Duca e la Fontana delle Anatre). a Papa Benedetto XIV si deve l'avvio della costruzione dei Portici Ercolani e l'ampliazione della città, nella metà del 700 Attualmente tra le principali risorse vi è il settore turistico legato all'attività balneare. Senigallia è famosa per il litorale sabbioso, 13 km di sabbia fine denominati, appunto, "Spiaggia di Velluto". Inoltre, per la qualità dei servizi, per il suo mare pulito e sempre balneabile, si può fregiare della Bandiera Blu d' Europa.